Opzioni Binarie: cosa sono, come guadagnare

Le opzioni binarie sono basate su semplici proposizioni ‘sì’ o ‘no’: Un asset sarà al di sopra di un certo prezzo in un determinato momento? I traders investono a seconda che credano che la risposta sia sì o no, da renderlo una delle attività finanziarie più semplici in commercio.

Questa semplicità ha portato grande interesse dei mercati finanziari, tra i traders professionisti e non.

Tanto semplice così com’è, gli investitori devono comprendere profondamente come le opzioni binarie funzionino, quali i mercati in cui si possano fare investimenti con le opzioni binarie, i vantaggi e gli svantaggi di questi prodotti, e le aziende legalmente autorizzate a fornire opzioni binarie.

Opzioni binarie

Le opzioni binarie offrono un sistema di trading online sulla base di un ‘sì’ o un ‘no’.

Per esempio: Oggi il prezzo dell’oro salirà al di sopra €1250 alle 1:30?
Se credete che sarà così, si acquista l’opzione binaria. Se pensate che l’oro scenderà sotto i €1250 alle 13:30, si venderà questa opzione binaria.

Il prezzo di un’opzione binaria è sempre compreso tra €0 e €100, e proprio come gli altri mercati finanziari, vi è una offerta Bid-Ask.

Definizione di Bid-Ask spread

È la differenza tra il prezzo bid (denaro) e il prezzo ask (lettera) praticato da un dealer. Il prezzo bid è il prezzo al quale il dealer è disposto ad acquistare uno strumento finanziario. Il prezzo ask è quello al quale il dealer è disposto a vendere uno strumento finanziario.

Il prezzo ask, conosciuto anche come offer, è superiore al prezzo bid. Il ‘best bid’ è il prezzo bid più elevato presente sul mercato. Allo stesso modo, il più basso prezzo ask presente sul mercato è detto ‘best ask’. Una quotazione di mercato, nota come BBO (Best Bid and Offer), riporta il best bid e best ask disponibili sul mercato. Quindi la differenza tra best ask e best bid è il bid-ask spread. È il margine di profitto lordo del trader, che investe in strumenti di proprietà appartenenti al proprio portafoglio. Riferendoci all’investitore, il bid-ask spread raffigura un costo di accordo implicito.

Come l’offerta e chiedere vengono determinati

L’offerta Bid-Ask, è determinata dai trader stessi che valutano la probabilità che l’investimento scelto si risolva in un ‘sì’ o ‘no’.

In termini semplici, se l’offerta di un’opzione binaria Bid-Ask interessa 85 su 89 traders, gli investitori stanno creando una probabilità molto alta che l’esito della opzione binaria sarà ‘sì’, e l’opzione scadrà con valore di €100. Se il Bid-Ask interessa al 50% degli investotori, gli operatori sono sicuri che il binario scadrà a €0 o €100.

Se il Bid-Ask sono a 10 e a 15 rispettivamente, indica che i traders prevedano che vi sia un’elevata probabilità che l’esito dell’opzione sia ‘no’ con scadenza a valore €0. Gli acquirenti in questa situazione sono disposti ad assumersi un piccolo rischio per un grande guadagno.

Come gestire la liquidità


Generalmente, mano a mano che l’orizzonte temporale si riduce le differenze marginali nel grado di liquidità divengono più considerevoli. Lo spread bid-ask è importate per chi vuole entrare e uscire dal mercato in poche ore invece di chi ha un orizzonte temporale di mesi. Poiché nel tempo può diminuire, la liquidità va presa in considerazione nel momento della vendita, causando alti costi di transazione.

La prima strategia per gestirla è fare trade con titoli più liquidi. Per quelli che lo sono in misura minore, si possono usare gli ordini delimitati, cosicché si possano controllare i prezzi di esecuzione.

Scadenze delle opzioni binarie

Abbiamo una serie di tempistiche per il trade in opzioni binarie:
– Opzioni orarie: Forniscono le opportunità orarie per i trades, anche in condizioni di mercato tranquillo, di ottenere un rendimento stabilito se hanno aperto un asset vincente in quella fascia d’orario.
– Opzioni giornaliere: Scadono alla fine del giorno di negoziazione, e sono utili per gli investitori di giorno che cercano di coprire altre partecipazioni azionarie, forex o delle materie prime.
– Opzioni settimanali: Scadono alla fine della settimana di negoziazione, e sono quindi scambiati dai traders per tutta la settimana.

I vantaggi delle opzioni binarie

I vantaggi sono molteplici e possiamo racchiuderli in questi punti:
– Rendimenti alti: Caratterizza tutti quegli investimenti che consentono percentuali elevate di guadagno, arrivando anche a superare il 500% del capitale investito in opzioni binarie.
Con le opzioni binarie: si può guadagnare con il prezzo al rialzo o in ribasso, a seconda del tipo ti opzione binaria scelta.
– Guadagni calcolabili: Prima di aprire un asset è possibile calcolare sulla piattaforma di trading la percentuale di guadagno ricavabile dal capitale da investire.
– Perdite definite: Vale, come per i guadagni, anche il discorso delle perdite. È possibile prevederne l’ammontare preciso.
– Investimenti minimi: Per iniziare a fare trading in opzioni binarie non è necessario un grande investimento, basta attivare un account e iniziare a negoziare in modo semplice ed immediato e con depositi iniziali bassi, anche a partire da 100 euro. 


Svantaggi delle opzioni binarie

Tanti sono i vantaggi altrettanti saranno gli svantaggi del trading online.
– Investimenti imperfetti e affrettati: Il primo svantaggio probabilmente è quello che spesso molte persone inesperte inizino a scommettere senza che sappiano nulla di trading, agendo impulsivamente, sbagliando le previsioni.
– Broker non regolamentati: Non tutti i broker di opzioni binarie sono ancora regolamentati da un organismo di controllo, pertanto consigliamo di rivolgersi a broker certificati che si sono guadagnati la fiducia degli utenti.
– Incorrere in perdite: Sono previste perdite dall’investimento effettuato fino al 95%, anche se come abbiamo visto tra i vantaggi vi è la possibilità di ottenere un rimborso dal 10% al 15% del capitale investito.